Bayern: countdown per la festa

Le delusioni e le polemiche di Champions sono ancora nella mente del Bayern Monaco, ma almeno in patria come l’anno scorso e come l’anno prima (e prima ancora, ndr) continua a non esserci storia. Cinque gare alla fine e il +8 sul comunque sorprendente Lipsia è più di una garanzia di successo. Dopo Heynckes nel 2013 e dopo il tris di Guardiola, ecco che anche Ancelotti è pronto a mettere il suo sigillo. I bavaresi si avvicinano a grandi passi al ventisettesimo titolo nazionale.

A fare la differenza nelle ultime partite è stato, certamente, il 4-1 nettissimo rifilato al Borussia Dortmund. Un successo che ha sbarrato la strada a ogni sogno di rimonta altrui. Poco importano alcuni passi falsi delle ultime gare, il vantaggio sul Lipsia è tanto e quello scontro diretto in trasferta alla penultima non fa paura.

Bene comunque la matricola della vecchia Germania Est. Il Lipsia, da neopromosso, ha praticamente messo in cassaforte il secondo posto, guadagnandosi un posto nella prossima Champions League. Niente male per chi è nato solo nel 2009 da un’acquisizione dello sconosciuto Markranstadt da parte del Red Bull GmbH.

In chiave Champions sicuri del posto anche l’altra sorpresa, Hoffenheim, e il Borussia Dortmund, separate da un solo punto e in lotta per il terzo posto, che eviterebbe il play off di fine estate.

Serratissima la lotta per l’Europa League. Hertha quinto con 43 punti, seguito dal Friburgo a 41, dal Colonia a 40. Più arretrate ma non lontane le vecchie glorie: Werder, Monchengladbach, Schalke, Eintracht e Leverkusen. Tutto questo per tre posti. Infatti dalla Coppa di Germania una finalista sarà Bayern o Dortmund, che sono già aritmeticamente o virtualmente in Champions. Un posto sarà quindi o dell’altra finalista, se riuscirà a vincere (M’bach o Eintracht) oppure della settima classificata.

Bagarre in coda. Gli ex campioni Wolfsburg e Amburgo per ora resistono fuori dalla zona calda, ma il vantaggio è solo di +1 sull’accoppiata Augusta-Magonza. Rischia grosso l’Ingolstadt, mentre è ormai con un piede e mezzo nella fossa il Darmstadt.

The following two tabs change content below.

Mario Grasso

Giornalista pubblicista, abilitato all'esercizio della professione di avvocato. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre, ha frequentato il Master in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo presso la Eidos Communication srl. -- Oggi è redattore e conduttore per un sito di informazione locale della Campania. Esperienze passate: redattore presso CLASS TV, SPORTMEDIASET (sito internet), collaboratore esterno per OTTOPAGINE (quotidiano locale), praticante avvocato.

Commenti

comments