Monaco-PSG: braccio di ferro. E il Nizza è in agguato

Continua il braccio di ferro tra Monaco e PSG. Da una parte chi quest’anno sta stupendo su tutti i campi (a parte la finale di Coppa di Lega persa male proprio contro i parigini, ndr): il Monaco che ha ritrovato Falcao, che ha scoperto Mbappé, che è in semifinale di Champions, che sfiderà ancora il PSG in semifinale di Coppa di Francia e che guida la classifica alla pari con i loro principali rivali. Dall’altra chi ininterrottamente dal 2012/13 è Campione di Francia e che da ben due stagioni vince ogni trofeo che viene messo in palio in patria: appunto, il PSG. E attenzione al terzo incomodo, quel Nizza a -4.

Ma c’è una nota non da poco. Se il PSG ha recuperato la gara in meno che aveva, il Monaco ancora no e non si sa quando lo farà. Un’ipotetico successo dei monegaschi, li porterebbe di nuovo soli davanti a +3 sul PSG e relegherebbe a -7 il Nizza. Tutto questo con il big match tra Nizza e PSG alle porte. Al termine manca poco: solo cinque gare. Il destino è tutto nelle mani del Monaco, ma gli impegni nazionali e internazionali, oltre che la paura di sbagliare, possono giocare un brutto scherzo alla squadra di Jardim. Il PSG e, anche se con meno chance a disposizione, il Nizza, sperano.

Nizza che comunque può stare tranquillo in chiave Champions: almeno i play off sono al sicuro, a meno di clamorosi ribaltoni. Sembra chiusa anche la lotta per l’Europa League: Lione quarto a 54, Bordeaux quinto a 52, Marsiglia sesto a 51, distanti le altre. Tre posti che dovrebbero essere sicuri, a meno che una tra Angers e Guingamp riesca a compiere l’impresa di vincere la Coppa di Francia (in finale contro una tra Monaco e PSG, ndr), facendo venir meno la disponibilità del sesto posto per la seconda competizione continentale per club.

In coda il Lilla sembra essere uscito dalla crisi, salendo a +6 sulla zona retrocessione. Stesso discorso per il Metz, che ha un solo punto in meno del Lilla. La vera bagarre inizia col Caen, solo a +2 sulla zona calda, che è occupata anzitutto da Nancy e Lorient con 31 punti, seguite a 29 dal Digione e dal Bastia, fanalino di coda ma ancora con speranze a quota 28.

The following two tabs change content below.

Mario Grasso

Giornalista pubblicista, abilitato all'esercizio della professione di avvocato. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre, ha frequentato il Master in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo presso la Eidos Communication srl. -- Oggi è redattore e conduttore per un sito di informazione locale della Campania. Esperienze passate: redattore presso CLASS TV, SPORTMEDIASET (sito internet), collaboratore esterno per OTTOPAGINE (quotidiano locale), praticante avvocato.

Commenti

comments