Real nella bolgia del Calderon, ma è quasi fatta. Juve, solo formalità?

Forse una formalità, forse no. Sta di fatto che la Champions League torna per regalare due ultime grandi sfide prima della gara suprema: la finalissima di Cardiff del 3 giugno. Real Madrid e Juventus vedono questa gara, ma devono gestire il loro grande vantaggio prima di assicurarsela.

Atletico Madrid-Real Madrid. Il Real è pronto a giocare l’ennesimo scherzetto ai cugini dell’Atletico, ma prima dovranno entrare nella bolgia del Calderon. L’impresa dei Colchoneros non è da poco: vincere 3-0 per andare ai supplementari, con quattro gol di scarto per ribaltare tutto e staccare il biglietto per Cardiff. I Blancos volano verso la finale e con un Cristiano Ronaldo così è difficile credere che ciò non possa accadere. Ma il calcio è strano e la squadra di Zidane sa che nei derby tutto può succedere e bisognerà tenere alta la concentrazione.

Juventus-Monaco. Se quella dell’Atletico Madrid è un’impresa, quella che attende il Monaco sfiora il confine con l’utopia. I monegaschi sono vicinissimi a festeggiare la vittoria del titolo nazionale, ma in Champions sono a un passo dall’eliminazione. In casa le hanno prese da una Juventus fortissima, che in casa, dove non perde praticamente mai, deve gestire un bel 2-0. La squadra di Jardim deve vincere 0-2 per garantirsi i supplementari oppure con due gol di scarto ma segnandone almeno tre per passare il turno. Dybala e compagni si sentono già in finale.

The following two tabs change content below.

Mario Grasso

Giornalista pubblicista, abilitato all'esercizio della professione di avvocato. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre, ha frequentato il Master in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo presso la Eidos Communication srl. -- Oggi è redattore e conduttore per un sito di informazione locale della Campania. Esperienze passate: redattore presso CLASS TV, SPORTMEDIASET (sito internet), collaboratore esterno per OTTOPAGINE (quotidiano locale), praticante avvocato.

Commenti

comments