‘Millennium Final’. Juventus per spezzare il tabù, Real per la dodicesima

Ci siamo, nel fantastico scenario del ‘Millennium Stadium’, che per la prima volta ospita una finale di Champions League, Juventus e Real Madrid si contendono lo scettro d’Europa.

Campioni da una parte e dall’altra. Il portiere più forte al mondo contro il calciatore più forte al mondo (a meno che non si consideri Messi, ndr). Una difesa bunker contro un attacco stellare. Un allenatore capace di realizzare per tre anni consecutivi l’accoppiata scudetto-coppa e un allenatore che al primo colpo ha vinto una Champions, si è portato a casa un campionato ed è di nuovo in finale.

Eppure entrambe avranno dei tabù da spezzare. La Juventus ha quello delle finali. Nel palmares bianconero ci sono sì due Champions, ma ci sono anche ben sei finali perse. La coppa dalle grandi orecchie manca dal 1996 e dalla notte di Roma in cui i bianconeri stesero l’Ajax ai rigori. Ma da allora solo delusioni: la finale contro il Borussia Dortmund del 1997, quella proprio contro il Real Madrid del 1998, i rigori contro il Milan nel 2003 e la delusione contro il Barcellona di due anni fa. Delusioni che si aggiungono a quelle del 1973 contro l’Ajax e di dieci anni dopo contro l’Amburgo.

Ma anche i Blancos hanno il loro conto da saldare col destino. In finale hanno uno score migliore, certo. Undici successi contro soli tre ko, l’ultimo dei quali nel lontano 1981. Ma è dal 1990 che una squadra non vince per due anni di fila la massima competizione continentale per club. L’ultimo a riuscirci fu il Milan di Sacchi. Da allora nessuno ce l’ha fatta, anzi, da quando si chiama Champions League (dal 1992/93) non è mai successo. Ci sono andate vicine alcune squadre: il Milan nel 1995 che perse contro l’Ajax, la Juventus nel 1997 che perse contro il Dortmund e il Manchester United nel 2009 che perse contro il Barcellona.

Insomma, tabù da sfatare e uno di questi lo sarà certamente.

The following two tabs change content below.

Mario Grasso

Giornalista pubblicista, abilitato all'esercizio della professione di avvocato. Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Roma Tre, ha frequentato il Master in Giornalismo e Giornalismo Radiotelevisivo presso la Eidos Communication srl. -- Oggi è redattore e conduttore per un sito di informazione locale della Campania. Esperienze passate: redattore presso CLASS TV, SPORTMEDIASET (sito internet), collaboratore esterno per OTTOPAGINE (quotidiano locale), praticante avvocato.

Commenti

comments