Ray Ban 5184

Alcuni dei concerti a cui ripenso con maggior piacere sono quello degli Higher State, nel 2007, folk psichedelico eccezionale anche se magari non proprio alla portata di tutti, e poi i Nuthins nel 1996. Affettivamente sono inoltre molto legato al primo concerto in assoluto, quello dei toscani Mofos del 27 giugno 1993. Ed ovviamente i Sonics l scorso.

Dalla sua Maurizio Marcolin ha commentato l’accordo con queste parole “John Galliano è un vero genio. Collaborare con un designer di tale livello creativo è un’ incredibile opportunità per Marcolin. Questo nuovo accordo è un’ulteriore passo avanti nella strategia di Marcolin, volta alla ricerca dei migliori brand del lusso con i quali possiamo valorizzare il nostro vantaggio competitivo”..

Attore cinematografico danese, è conosciuto come l’attore con mille facce proprio perché di fronte a un personaggio cambia drasticamente il proprio look e le proprie attitudini, drammaticamente parlando. Figlio di un sacerdote protestante, nipote di un vescovo e con avi impegnati nella professione di insegnanti di storia e teologia, cresce assieme ai suoi due fratelli in Danimarca.Il primo ruolo a 12 anniIl primo ruolo lo conquista a soli 12 anni, quando interpreta il bambino che consegna i giornali del film Negerkys og labre larver (1987) di Li Vilstrup. Lo stesso anno, recita nella pellicola con Max von Sydow Pelle alla conquista del mondo.

I loro personaggi mai in piena luce, restituiscono allo spettatore contorni appena decifrabili che covano la solitudine di un uomo e di una donna separati e impegnati in una navigazione parallela e solitaria. Se altri attori ne fanno una questione di metodo, loro ne fanno una questione di stile, producendo un incanto aristocratico nella maniera in cui trattengono le emozioni davanti alle intemperanze della natura (Donald) o della stampa (Clare). Volti dallo charme rétro, declinati tra blockbuster e cinema in costume, hanno proposto negli anni una propria e riconoscibile cifra stilistica impressa con singolare persistenza nell’occhio dello spettatore..

Un ragazzo tosto trasformato in un interprete sensibile e in un eroe che ha popolato pellicole ricche di poesia e sempre pronte a prendere a pugni gli avversari borghesi. Non è inspiegabile che un ragazzo di strada come Ninetto Davoli sia diventato, improvvisamente, uno degli attori italiani più amati e utilizzati da uno dei grandi registi di casa nostra. Il buon Pasolini, in effetti, aveva visto bene in questo giovane, nella sua simpatia, nel suo sorriso, in quel suo essere così vivo e luminoso.

Posted in Ray Ban 5184 and tagged .

Lascia un commento